Come cambiare lavandino montaggio lavabo fai da te

Come cambiare lavandino montaggio lavabo fai da te

28 Febbraio 2019 0 Di gestione

Il vostro lavandino si è rotto ?

Cambiarlo mettendone uno nuovo a una o due vasche è molto più semplice di quanto non pensiate, se avete un po di tempo è voglia di cimentarvi nel FAI DA TE potete riparare il vostro lavabo da soli.

lavabo nuovo riparare

Come cambiamo il lavabo per montarne uno nuovo:

I bagni degli alberghi più moderni sono spesso prov­visti di lavabi a due vasche. Questa soluzione, pratica ed utile, può essere adottata anche in casa. Certo, il co­sto del pezzo sarà un po­chino più alto e il lavoro per il montaggio più impegnati­vo. Ma le due cose saranno ampiamente ripagate dalla praticità della soluzione, specialmente se in casa ci sono bambini, li montaggio comunque non comporta eccessive difficoltà, in quan­to l'industria fornisce tutti gli accessori relativi. Per la messa in opera non neces­sitano né speciali attrezzi, né particolari cognizioni tec­niche in campo idraulico. Tolto il vecchio lavandino, si rimuovono il sifone e i tubi dell'acqua. Quindi si levano dal muro tutti gli ele­menti di fissaggio. Sulla pa­rete si segnano poi i punti di riferimento per l'applica­zione del nuovo lavandino, si fanno i fori e vi si inseri­scono i tasselli e le viti di fissaggio. Si prosegue con il montaggio dei raccordi e si termina con la sistemazione del nuovo lavandino. La carta protettiva dei bordi del lavandino si rimuove ba­gnandola con panno umido.

Fasi smontaggio lavandino rotto:

  1. Vuotare il sifone
  2. Svitare l'attacco del sifone al lavandino
  3. togliere il sifone dal tubo nel muro
  4.  Chiudere il rubinetto prinicpale dell'acqua (chiave terrestre)

 

cambiare lavandino fai da te

Montaggio lavandino:

  • Fissare i perni del lavandino alla parete si avvitano in speciali tasselli . Ne sono necessari due.
  • I tubi del raccordo si tagliano a misura con un seghetto per metallo. La bavatura dei bordi va rimossa, per evitare che trucioli finiscano nei tubi.
  • Inserito il raccordo si montano le guarnizioni in gomma e in metallo. Il dado va serrato con cacciavite e martello ( gli idraulici hanno una chiave per questo)
  • Gli elementi dello scarico si montano come in fugura 4
  • Tra scarico e lavandino si stende come guarnizione un cordone di mastice speciale.
  • Tutti i raccordi dei tubi dell'acqua sono resi a tenuta stagna con collegamenti a vite.

Ultime fasi di montaggio del lavandino:

montaggio lavandino nuovo

  • Cosi si presenta la parte posteriore del lavandino con i raccordi montati. Gli elementi di collegamento con i tubi murati vengono montati soltanto dopo il fissaggio del lavandino.
  • A questo punto il lavandino può essere montato. I perni di fissaggio sono falli passare nei relativi fori e poi si inseriscono guarnizioni e dadi. Le rondelle sono in materia plastica resistente.
  • Dopo aver montalo solidamente il lavandino alla parete, si procede dapprima a collegare i tubi dell'acqua e poi a montare i due sifoni che vengono collegati con un raccordo a T.
  • Dopo il collegamento dello scarico si possono riaprire i rubinetti. L'ultima operazione consiste nel controllo della tenuta di tutte le giunzioni che, se necessario, vanno registrate una ad una.

Sperando di aver descritto il processo di montaggio lavandino il più chiaro possibile.